Alessandro Stripe

Forum Replies Created

Stai visualizzando 15 risposte - dal 1 al 15 (di 16 totali)
  • Replies
  • Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Già, il bello è che mi è venuto da fare questa ricerca dopo che al lavoro mi sono tagliato sotto l’unghia con un foglio. Comunque, per quanto dia fastidio, dopo aver letto queste cose non mi va più molto di lamentarmi.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Condivido pienamente la tua riflessione: una cosa che ha spinto anche me ad indagare su questo caso è proprio il fatto che Karla, apparentemente, non ha avuto un passato come la stragrande maggioranza di persone che commettono tali atrocità. Arrivando però, ad essere considerata, in un secondo momento, la vera mente dietro ai fatti, dato che secondo alcuni inquirenti gli ultimi casi erano troppo ben architettati, quindi non erano frutto della mente di Paul, abituato a rapire le ragazzine senza fare troppi piani.

    Per la tua domanda purtroppo ti devo rispondere di si. È passato il tempo della condanna e Karla è di nuovo in libertà dal 4 luglio del 2005. Nel 2007 si è sposata con Thierry Bordelais e adesso hanno persino due figli. Secondo le testimonianze di alcuni vicini sarebbero una famiglia apparentemente “normale”, sottolineando però il comportamento molto schivo di lei, che raramente rivolge la parola a qualcuno.

    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Ciao Andrea, ti ringrazio per aver aperto questa discussione, sicuramente molto interessante, visto anche che il fenomeno della Poesia maledetta di Tomino sta arrivando a sempre più persone.

    Ho fatto diverse ricerche inerenti a questo caso, anche perché su richiesta di alcuni miei iscritto l’ho portata recentemente persino in video su Youtube, dove a differenza dell’articolo sul nostro sito principale, narro una seconda versione, legata ad un produttore musicale che la riporta alla luce. Successivamente nel video ho deciso di prendermi il rischio e di recitare la Poesia io stesso, nella nostra lingua.

    Come riportato nell’articolo, i casi che troviamo solitamente parlano di persone che hanno recitato la poesia ad alta voce, ma non viene detto se in tutti i casi fosse stato fatto in lingua originale. Questo quesito si è venuto a formare in diverse parti di internet e non si è ancora trovata una vera risposta se devo dirti la verità. Questo dato soprattutto dal fatto di mancanza di dettagli in riferimento alle vittime, come ad esempio se parlavano tutte il giapponese, dettaglio che potrebbe da solo fornire una risposta concreta alla tua domanda.

    Spero di esserti stato in parte utile e attendo che magari qualcun altro riesca a dare una vera risposta anche a me!

    Saluti e buona serata!

    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Ciao Andrea, il piacere è nostro!

    Ci sentiamo presto!

    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Scusami ma nell’articolo non viene parlato in nessun modo di “videogiochi”, e pure io non penso sia una plausibile spiegazione. Per le fonti, come scritto, sono i risultati resi pubblici dal profiler Robert Ressler, io non ho aggiunto nulla.
    • in reply to: Salve
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    benvenuto Raphael, siamo contenti di averti dei nostri!
    Bellissimi argomenti! Pure io sono molto appassionato di serial killer e ho fatto diverse ricerche su di essi, anche per presentazioni scolastiche. Spero di potermi confrontare presto con te, sono sicuro che hai molto da dirci! Buon divertimento!
    • in reply to: aurora0209
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Benvenuta!
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Condivido pienamente! È una delle maggiori ragioni, se non la principale, che mi ha proprio portato a voler trattare questo caso qui sul forum.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Molto interessante!
    Hai provato a riaprire la seduta per poi chiuderla correttamente?
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Ci sono ancora diverse persone che affermano che questi siti, come molti altri legati al Dark web, appartengono solamente ai racconti e alle Creepypasta. Ma per “Violent Desires”, come per altri forum o siti, ci sono state le prove della loro esistenza, messi in evidenza ad esempio dal gruppo di Anonymous al fine di “minacciare” il loro anonimato e di condurre le forze dell’ordine nella loro direzione.  Quello che possiamo dire è che molto di quello che viene scritto appartiene solamente a perverse fantasie degli utenti, la maggior parte dei quali, secondo gli studi degli esperti, non hanno commesso e non commetteranno mai niente di quello che scrivono. 
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Condivido pienamente il tuo pensiero. Pure io sono convinto dell’esistenza degli alieni e della possibilità che i vertici abbiano già avuto contatti con loro, è da vedere poi questi contatti fino a dove sono arrivati, quello resta il vero mistero secondo me.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Il mio sospetto è stato che lui fosse la classica persona che attraverso delle storie costruite in rete cerca solamente un pò di fama, ma dopo aver visitato il suo canale Youtube e aver visto effettivamente tutte quelle attività sospette riprese e pubblicate mi sono convinto pure io che si tratti di un caso reale. E di certo se così fosse, sentendo quello che accade sinceramente non mi sorprende quello che hanno fatto, non è di certo un caso così isolato come si potrebbe pensare in un primo momento.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Su internet si trovano diverse interviste o persone che ne parlano, soprattutto in lingua inglese. Io ho fatto una ricerca prima di vedere il film e ho ritrovato moltissimi collegamenti a questa sindrome all’interno del personaggio di Arthur Fleck.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Assolutamente si.
    Reperire un aguzzino anche solo all’interno del Deep web è cosa comune e presente nella maggior parte dei siti di offerte. Possiamo trovarli persino sul famosissimo silk road (prossimamente ci farò un post dedicato). Poi sicuramente ci saranno quelli che ti trufferanno solamente ma come detto purtroppo in quei posti è roba comune.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Ci sono un sacco di fanatici all’interno del mondo dell’emulazione, basti pensare al periodo dei clown assassini in America qualche anno fa. Persone che non si rendono nemmeno conto della pericolosità dei loro gesti o del semplice cercare un pò di fama… Detto questo però, mi piace pensare che magari queste storie alla fine raccontano davvero qualcosa che in un qualche modo possa fare parte della nostra realtà, soprattutto per quanto riguarda il mondo del Giappone. “Tutte le storie in fondo hanno sempre qualcosa di vero” Se leggiamo i loro racconti, ci rendiamo conto che sono sempre presi da casi reali e i loro demoni alla fine hanno persino ragione di esistere.
Stai visualizzando 15 risposte - dal 1 al 15 (di 16 totali)