Le sorelle Newman: serial killer affette dalla sindrome di Down

Forum Storie Horror Serial Killer Le sorelle Newman: serial killer affette dalla sindrome di Down

  • Questo topic ha 2 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 1 mese, 3 settimane fa da Alessandro Stripe.
  • Post
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH

    Le origini:

    La storia delle sorelle Newman, spietate serial killer, inizia a New York nel 1899. Tom Newman non ce la fa proprio più: è pieno di debiti e la sua attività di pezzi di ricambio per locomotive sta per collassare così, poche settimane dopo, è costretto a vendere la casa e ad affidare le due figlie, Julie e Mary, entrambe affette dalla sindrome di down, ad una levatrice del quartiere.
    Siamo in una fredda e piovigginosa notte del 1901, Tom affida le due figlie malate alla vicina e parte, senza dire altro perché in realtà, voleva abbandonare la città per fuggire dalle continue pressioni e minacce degli usurai. Ma l’uomo non riuscì nemmeno ad attraversare il quartiere che i proiettili di una rivoltella lo raggiungono. Il suo corpo in seguito verrà gettato nella fogna.

    Le due piccole crebbero in una condizione esasperante. Il luogo e l’ambiente in cui vivevano era in un degrado assoluto, infatti per loro sfortuna la donna alla quale il padre le aveva affidate si era rivelata una tossicodipendente, e le bambine erano quindi costantemente mortificate e maltrattate per giorni interi. Si scoprì in seguito che non gli veniva dato da mangiare nemmeno tutti i giorni.
    Nel 1904 la donna morì in seguito ad un’overdose e le due gemelle, che all’epoca avevano solo 9 anni, finirono in mezzo alla strada, abbandonate da tutti e costrette alla prostituzione pur di avere qualcosa da mangiare.

    Gli omicidi:

    Tra il 1908 ed il 1909, quando le due gemelle affette dalla sindrome di down e costrette a svolgere il mestiere più antico del mondo avevano solo 13 anni, iniziarono i primi casi di sparizione che in futuro gli verranno attribuiti. I fatti parlavano di clienti abitudinari delle due sorelle, che in breve tempo erano diventate le uniche due prostitute del quartiere, che sparivano nel nulla. Diversi testimoni affermarono di aver visto le vittime per l’ultima volta nei pressi di Broadway.
    I clienti e prossime vittime venivano spogliati, ubriacati o drogati e brutalmente assassinati con pietre o cocci di vetro. Le due sorelle assassine non avevano un preciso “modus operandi”, a differenza della maggior parte dei serial killer, ma si lasciavano comandare dall’istinto. Secondo gli esperti la causa era da attribuire alla loro lieve insufficienza mentale.
    L’accanimento sui loro clienti, brutalmente smembrati e persino decapitati in alcuni casi, era probabilmente causa diretta dell’infanzia terribilmente traumatica che avevano vissuto le due sorelle gemelle. Significante anche il fatto che non derubavano mai le loro vittime.

    La loro collezione:

    Le sorelle Newman non derubavano le loro vittime, ma avevano anche loro un ossessione morbosa. Infatti le sorelle asportavano gli occhi delle loro vittime, ma non fornirono mai una spiegazioni per questo atroce gesto agli inquirenti. Secondo alcuni giornali locali al momento dell’arresto, le sorelle possedevano una collezione composta da una ventina di bulbi oculari con tonalità cromatiche dell’iride differenti. Quindi, molto probabilmente, appartenenti a 20 persone diverse, a 20 vittime delle due gemelle assassine.

    Non si hanno notizie certe del numero esatto di omicidi ricollegati alle due sorelle. Alcuni stime dell’epoca parlano di oltre 30 vittime, ma le due sorelle non hanno mai fornito un numero preciso.

    L’arresto e la condanna:

    Nel 1919 le sorelle furono colte in una trappola da parte della polizia metropolitana, adescate tramite un agente sotto copertura. Le sorelle Newman furono arrestate in flagranza, processate per direttissima e fucilate all’alba del 13 dicembre del 1919. All’epoca dei fatti non esisteva l’attenuante dell’infermità mentale e il sistema carcerario era già al collasso quindi, le due sorelle assassine, come molti altri assassini dell’epoca, vennero giustiziate senza nemmeno un processo.

    Il caso delle sorelle Newman indignò e disgustò l’opinione pubblica dell’epoca, sia per la loro brutalità, sia per il loro aspetto definito all’epoca “mostruoso”. Fatto sta che nessuno approfondì il difficile passato delle due sorelle e quello che avevano dovuto subire durante tutta quanta la loro vita. Probabilmente nessuno se lo chiese mai ma, chissà se l’omicidio del padre rappresentò solamente il preludio all’orrore che si sarebbe scatenato qualche anno più tardi?
    Inoltre cose ne pensate di come ha agito il sistema giudiziario nei loro confronti?

Stai visualizzando 2 risposte - dal 1 al 2 (di 2 totali)
  • Replies
    Francesco Monti
    Amministratore
    IT
    Purtroppo queste cose sono molto tristi poiche fanno capire quanto la condizione famigliare m sopratutto il rapporto con i genitori da piccolo sia tutto per un bambino in questa tenera eta’.
    Alessandro Stripe
    Moderatore
    CH
    Condivido pienamente! È una delle maggiori ragioni, se non la principale, che mi ha proprio portato a voler trattare questo caso qui sul forum.
Stai visualizzando 2 risposte - dal 1 al 2 (di 2 totali)
Rispondi a: Le sorelle Newman: serial killer affette dalla sindrome di Down
Le tue informazioni: